Dico la mia


Dico la mia sulle coppie etero e omo, dico, teco, meco, pacs e fax. E’ un’illusione ritenere che tutto ciò che è differente da ciò che già esiste sia anche nuovo, sia bene, sia giusto; e la proposta dico/pacs è alla fine questo: desiderio di affermare che ciò che è diverso debba per forza essere nuovo, originale e positivo. I diritti non c’entrano. Le coppie etero che già convivono vagli a chiedere se passerebbero alla formula pacs o dico: se ne stanno e staranno così. La proposta serve a far passare l’unione gay. Dov’è il fondamento di questa unione, quale progetto si pone, quale modello di vita e società propone? Quelllo del gay pride? Quello delle piume e del trucco e delle vocine finte? Questa è volontà, pur legittima, di trasgressione ma non è non può diventare progetto di società. Che non può coincidere, cioè non è mai accaduto, con le voglie pur legittime, ripeto, neppure di una maggioranza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...